Esplora le attività
SPETROLIAMOCI PER L'AMBIENTE SPETROLIAMOCI PER LO SPORT SPETROLIAMOCI PER LA CULTURA SPETROLIAMOCI PER LA SOCIETà
Nata in un'azienda biologica dotata di impianti fotovoltaici per autoprodursi più energia di quella consumata, l'associazione muove i primi passi diffondendo la consapevolezza della dipendenza dal petrolio, principalmente in due ambiti: la produzione di energia, appunto, e la detergenza, spesso operata mediante derivati del petrolio, di cui molti ignorano l'esistenza. In vari mercati ed anche in fiere come SANA e NaturalExpo (con una piccolissima presenza a mo' di anteprima anche a Expo Milano 2015), l'attività è iniziata con campagne di sensibilizzazione riguardanti la nostra abitudine a "lavarci col petrolio" e la vendita di sapone artigianale ottenuto con metodo a freddo da olio d'oliva.
In programma diverse attività da svolgere a stretto contatto con la natura, in primis il
FESTIVAL DEL BOSCO
(informazioni più dettagliate sul sito www.festivaldelbosco.eu).
Un'associazione che si occupa di salvaguardare la salute delle persone non può prescindere dal riconoscere l'enorme importanza che ha l'attività sportiva sia dal punto di vista fisico che da quello mentale. Spetroliamoci promuove una vita attiva e anche alcuni eventi sportivi. Attualmente, quello di maggiore portata è il campionato del mondo di corsa all'indietro, che si svolgerà a Bologna dal 13 al 15 luglio 2018. Informazioni e iscrizioni sul sito www.retrorunningbologna.info.
Sono previste gare anche durante l'evento di agosto del Festival del Bosco.
Per vivere meglio è necessario non trascurare la conoscenza. Ciò che non si conosce fa paura, si dice di solito, ma non conoscere aumenta anche il rischio di commettere errori e fare del male a se stessi e agli altri. In un'ottica di bene a 360° da compiere nei confronti del mondo, ampliare le proprie conoscenze è un'azione buona e giusta. Per questo è nata l'iniziativa denominata "LA CULTURA NON HA PREZZO, HA VALORE". Ecco in cosa consiste: alcune proposte editoriali, come saggi, romanzi e brevi racconti, saranno stampate a risparmio di inchiostro su carta riciclata e distribuite a chiunque ne faccia richiesta, anche tramite l’aiuto di librerie. Saranno i lettori, in base a quanto hanno gradito le letture, ad attribuire loro un valore, anche economico, e a fare una donazione all’associazione. Tutte le voci elencate in precedenza hanno un unico filo conduttore: creare una nuova società, più equa e giusta. Riporto un estratto dal libro "Anche tu puoi salvare il mondo", disponibile anche in formato testo cliccando qui.

A ognuno deve essere concesso di veder rispettati i propri diritti umani in ogni momento, dai primissimi istanti di vita fino all’ultimo respiro, e possibilmente anche oltre. Anche se è difficile, provo a schematizzare i diritti fondamentali che ogni essere umano deve poter vedere rispettati:

-          diritto di essere concepito secondo natura, ovvero dall’atto d’amore tra un uomo e una donna

-          diritto di avere il giusto nutrimento durante ogni fase di crescita

-          diritto di nascere, indipendentemente dalla salute, dal sesso e dalle condizioni socio-economiche dei genitori

-          diritto di crescere nella propria famiglia e, ove non possibile, di avere comunque una figura materna e una paterna di riferimento

-          diritto di accedere alla conoscenza, di formarsi, di ricercare la verità

-          diritto di esprimere la propria opinione e di non essere ingannati

-          diritto a vivere una vita sana, dall’attività fisica alle cure mediche

-          diritto alla propria libertà e a non sentirla calpestata nemmeno quando essa viene tolta per motivi comportamentali

-          diritto di vivere dove si vuole, con chi si vuole e in pace

-          diritto ad una vita sociale, non solo “social”

-          diritto a sentirsi realizzati nella propria attività svolta e a non perdere i servizi essenziali quando non si può più lavorare

-          diritto a vedere riconosciuta la propria dignità di essere umano in qualunque momento, anche nella malattia o nelle fasce d’età in cui si è più deboli e indifesi

-          diritto di vivere fino all’ultimo istante sentendosi sempre accettati, apprezzati e valorizzati

-          diritto al rispetto della propria dignità anche dopo la morte, mediante un’adeguata sepoltura e il ricordo della persona defunta

   Torna all'home page di Spetroliamoci
oppure
Visita la main page di Tante Cose Meravigliose